ORSETTI ARCHITETTI  (7 case famose di carta)

Clara Rota  Roberta Colombo

Galleria L'ARCHIVOLTO,1991, Milano

 

La carta, in modo diretto o indiretto,è un materiale essenziale per l'architettura.

Nel Giappone di una volta essa fu un vero e proprio elemento costruttivo: ci si facevano le pareti delle case.  Nella cultura occidentale, non c'è progetto che non necessiti di quel liscio e servizievole supporto.  Senza la carta, insomma, non esisterebbe la storia del disegno! Origami da un lato, cupole di Fuller e poltrone di Gehry dall'altro, la cultura della carta è il luogo effimero e gentile nel quale si inserisce la delicata attività di Clara e Roberta, le autrici del Cartabolo.  Che questa volta ci vogliono sbalordire con un atto di virtuosismo tecnico, affrontando addirittura l'interpretazione  di sette case famose dell'architettura moderna.  Un atto di giocoso dadaismo, un patchwork filologico comunicato in chiave satirica, dove la miniaturizzazione degli edifici sotto forma di plastici in carta coinvolge gli stessi autori, sotto l'aspetto di orsetti:"orsetti architetti" appunto, in una foto che parafrasa la notissima di un balletto architettonico.  Tutto questo avviene all'Archivolto, il tempio post moderno, la sede istituzionale dei libri di architettura.

                                                                                                       ALESSANDRO MENDINI