Mostra di Tadeusz Kantor a Palzzo Pitti, Firenze, 2002

allestimento a cura di Margherita Palli, interventi e sculture in carta "povera" di Clara Rota

 

Grande mostra omaggio alla poetica del grande artista polacco, che a Firenze trascorse una stagione feconda per la maturazione estetica del suo stile teatrale.

Dipinti, disegni, sculture e macchine di scena, oggetti potenti, assurdi e demoniaci.

Tutto si presnta grezzo, cupo, sbiadito, di materia "povera", ma paradossalmente elegante, raffinato, armonioso di una particolare bellezza totale.

l'intervento cataceo di Clara Rota si inserisce in punta di piedi, con la delicatezza e la forza della passione per l'opera del grande artista.